CHI SIAMO

Salute Verona APS è un’associazione apartitica che si ispira a principi di solidarietà, ecologia, nonviolenza. Le attività che si propone di svolgere, in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati, sono:

  • difendere i diritti fondamentali della persona, in particolare il diritto alla salute e all’informazione;
  • sostenere ed accrescere la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione della cosa pubblica;
  • promuovere il miglioramento della qualità della vita attraverso una modifica dei comportamenti individuali e collettivi, favorendo e diffondendo stili di vita volti a supportare la sostenibilità ambientale, la sanità e la salute dei cittadini, la centralità della persona nella società;
  • perseguire la protezione della persona umana, della natura e dell’ambiente a vantaggio e beneficio delle generazioni presenti e future;
  • favorire la riduzione dello sfruttamento delle risorse naturali non rinnovabili, dell’utilizzo di energia, del consumo del territorio, della produzione di rifiuti ed – in genere – dell’impatto ambientale dell’agire umano;
  • incrementare l’utilizzo di fonti di energia pulita e rinnovabile, la tutela delle diversità (biologiche, culturali, …), l’impiego di tecniche e sistemi che ottimizzino l’uso di risorse naturali ed energetiche, l’allungamento della vita utile dei beni;
  • migliorare la gestione del ciclo dei rifiuti attraverso l’applicazione della «regola delle 3R» (Ridurre, Riusare, Riciclare);
  • perseguire la riduzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua, del suolo e sostenere un futuro libero da sostanze tossiche mediante alternative più sicure dei composti chimici oggi presenti nell’ambiente.

 

L’Associazione intende perseguire le proprie finalità attraverso:

  • lo stimolo di rapporti collaborativi diretti fra soci e sostenitori, coerenti con gli scopi sociali;
  • la ricerca del dialogo, evitando le contrapposizioni non necessarie;
  • lo svolgimento di attività di ricerca, analisi, documentazione, informazione, istruzione e formazione;
  • l’accrescimento della pubblica attenzione sui problemi attinenti agli scopi sociali, attraverso qualsiasi mezzo di divulgazione;
  • la collaborazione e cooperazione con enti locali, istituzioni, centri scolastici e formativi, con altre associazioni o gruppi di cittadini o singole persone aventi scopi analoghi o connessi ai propri, nonché con imprese che operano attraverso modalità rispettose della sostenibilità ambientale e dei diritti umani;
  • l’acquisizione, produzione, distribuzione e diffusione di materiale scientifico, tecnico, politico, culturale, didattico attinente agli scopi sociali, attraverso qualsiasi mezzo di divulgazione;
  • la promozione, l’ideazione, l’organizzazione, lo svolgimento – in proprio o in collaborazione – di incontri, dibattiti, assemblee, conferenze, convegni, seminari, campagne di comunicazione attinenti agli scopi sociali;
  • l’organizzazione e lo svolgimento di manifestazioni ed azioni dimostrative dirette e nonviolente in relazione a problemi attinenti agli scopi sociali;
  • la raccolta pubblica di adesioni, di firme e di fondi finalizzate al raggiungimento degli scopi sociali;
  • l’accettazione di contributi, sovvenzioni e donazioni, l’acquisto, l’uso e la disponibilità di beni mobili e immobili, il contrarre prestiti e l’ottenimento di finanziamenti mediante prestazioni di garanzia su beni o altrimenti;
  • ogni altra iniziativa tesa al raggiungimento degli scopi sociali, come eventualmente anche prevista da appositi regolamenti emanati ed approvati dagli organi associativi preposti.

4.  L’Associazione può esercitare, a norma dell’art. 6 del Codice del Terzo settore, attività diverse da quelle di interesse generale, secondarie e strumentali rispetto a queste ultime, secondo criteri e limiti definiti con apposito Decreto ministeriale; la loro individuazione è operata da parte del Consiglio direttivo.

5.  L’Associazione può inoltre realizzare attività di raccolta fondi, nel rispetto dei principi di verità, trasparenza e correttezza con i sostenitori e con il pubblico, in conformità alle disposizioni contenute nell’art. 7 del Codice del Terzo settore.

Un breve riassunto della vita dell’associazione

L’Associazione è nata con lo scopo primario di contrapporsi alla riattivazione dell’impianto di incenerimento di Ca’ del Bue… oggi prosegue monitorando i passi della Regione Veneto, che ancora non ha stralciato dal piano dei rifiuti questo impianto. Le attività si sono comunque estese verso altri impianti di trattamento dei rifiuti che si sono concentrati nella zona est di Verona e nella confinante San Martino Buon Albergo: la discarica di Ca’Vecchia e l’impianto Adige Ambiente che dovrebbe sorgere a pochi chilometri da essa.

 
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close